XXVII Domenica del Tempo Ordinario

L’adulterio ha la sua radice etimologica nel verbo adulterare che significa corrompere, cambiare, in negativo,  la natura   di qualcosa. La sua etimologia può essere fatta derivare dall’azione concreta di andare verso qualcosa di diverso, di cambiare, mantenendo in questo un’accezione profondamente negativa. L’alimento  peggiore e pericoloso è proprio quello adulterato, quello a cui è stato innestato un componente diverso che ne cambia la natura, rendendolo “altro”. Ed è proprio l’adulterio che contamina, cambia e corrompe l’unione  profonda tra due essere umani, quella matrimoniale. Lo sapeva bene Gesù, che di fronte alla provocazione dei farisei avrebbe potuto semplicemente richiamare la legge Mosaica e uscirsene da un pantano pericoloso. Invece no, non solo si spinge verso la più acuta esegesi del testo discolpando e sollevando  Mosè da ogni responsabilità, ma addirittura va oltre, rimandando all’atto creativo di Dio l’indissolubilità del legame tra uomo e donna. Non è iniziativa semplicemente umana l’unione sponsale tra uomo e donna, ma voluta, pensata e posta in essere da Dio. Uomo e donna “insieme” sono uniti da Dio e solo da lui separabili. Ai discepoli non basta, vogliono capire. La porta si spalanca verso un’ esplicita e inequivocabile sentenza: chi ripudia e si risposa, uomo o donna, adultera l’azione di Dio. Il torpore da cui  nacque la donna rappresenta l’inafferabbile modo di agire di Dio, disegno impossibile da cogliere con i sensi vigili, esperienza di totale abbandono e attimo in cui Dio affonda le mani nella sua creatura non per privarla di qualcosa ma per completarla del suo corrispondente. Solo un bimbo può capire cosa significhi addormentarsi tra le amorevoli braccia di una madre: chi saprà farsi amare così si risveglierà padrone del Regno.

 

 

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...