Preghiera Fraternità – Marzo 2014

Nel cammino dell’anno liturgico la Quaresima ha una importanza particolare. Essa è un tempo per fare memoria di Gesù che all’inizio della sua vita pubblica, dallo Spirito fu portato nel deserto per essere tentato, per affrontare il combattimento con Satana che lo spingeva ad assumere una via diversa da quella che il Padre aveva prevista per lui: una via di potenza e di successo, mentre il Padre lo chiamava ad essere un Messia povero, umile, non appariscente, del tutto simile all’uomo.
Fin dai suoi inizi la comunità cristiana visse con impegno particolare il tempo della Quaresima, conservandolo con il carattere di combattimento penitenziale da affrontare con le armi indicate da Gesù stesso: la preghiera, il digiuno, l’elemosina. Allo stesso tempo la Chiesa accompagnava i Catecumeni nell’ultimo tratto del cammino verso il Battesimo che avrebbero ricevuto nella Veglia Santa della Pasqua nella celebrazione della Resurrezione di Gesù. Papa Francesco, per aiutarci nel cammino quaresimale, ci ha inviato un Messaggio, che lui stesso ci spiega trattarsi di “alcune riflessioni, perché possano servire al cammino personale e comunitario di conversione. Prendo lo spunto dall’espressione di S. Paolo ’conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà’ (2 Cor 8,9)”. La nostra preghiera vuole accogliere questo Messaggio e farlo arrivare al cuore e alla mente nostra e delle persone che possiamo incontrare.

 

Non finiamo mai di conoscerti, Gesù Cristo nostro Dio e nostro fratello. In Te infatti si rivela il
mistero dell’amore del Padre, mistero profondo che supera le nostre capacità. La contemplazione
della tua povertà ci fa capire ancora una volta come “le vie del Signore sono diverse dalle
nostre vie” e abbiamo bisogno di andare oltre i nostri normali criteri; abbiamo bisogno di aprirci,
di ascoltare, di conservare nel cuore.
La tua povertà, la tua umiltà, il tuo discendere fino a noi, ci commuove e ci mette nella gioia.
La tua povertà ci arricchisce: quando ti sei fatto carne hai preso su di Te le nostre debolezze
e ci hai comunicato la misericordia infinita del Padre.
Davanti al tuo amore misericordioso non ci spaventiamo delle nostre miserie: siamo convinti che
Tu ci ami come siamo e che più che fissarci sui nostri peccati ci conviene tener fisso lo sguardo
su di Te.
Signore Gesù donaci il tuo Spirito e che in noi nasca un forte desiderio di contraccambiare il tuo
amore. Amen

Messaggio di Papa Francesco per la Quaresima 2014

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...